Minorca, il gioiello delle Baleari

Minorca, il gioiello delle Baleari

Seconda per estensione del territorio dell’arcipelago delle baleari, l’isola di Minorca è diventata un avanzato centro turistico del Mar Mediterraneo grazie ai meravigliosi luoghi della natura che ospita.

Non a caso è stata dichiarata dall’UNESCO riserva della biosfera.

mappa_minorca_cartina

Vi lascio un piccolo elenco delle spiagge più belle, a mio avviso, da visitare. Le divido in zone cosi potrete organizzare meglio la vostra giornata e i vostri piccoli tour.

Tenete presente che a Minorca per visitare le spiagge dovrete camminare un bel pò, a volte anche qualche chilometro. Ma tutta questa fatica non appena arriverete alla spiaggia sarà ben ricompensata dalla bellezza di questi luoghi paradisiaci.

Per raggiungere le spiagge serve assolutamente la macchina, quindi non noleggiate il motorino perchè la strada da fare sarà lunga e sterrata. Inoltre in quest’isola c’è un’unica strada centrale e tante stradine perpendicolari di conseguenza per andare da una spiaggia all’altra dovrete risalire fino alla via principale e riprendere una nuova strada. Sembra una sciocchezza ma perderete un pò di tempo a causa di questa cosa.

Noi abbiamo alloggiato a Mahon, ma sinceramente vi consiglio di alloggiare a Ciutadella. Non perchè Mahon sia brutta, anzi, ma purtroppo alla sera è sprovvista di divertimento e i negozi chiudono davvero presto. Quindi a meno che le vostre vacanze non siano all’insegna del relax totale vi consiglio Ciutadella, anche solo per poter fare una passeggiata tra i negozietti e sul lungomare, non necessariamente per fare baldoria fino a tardi.

Iniziamo!

A nord: Cala PregondaPlaya de Cavalleria (sabbia rossa), Es Grau e Es Castell.

A sud: Cala BlancaCala Binibequer, Cala BinidelaCala MesquidaCala Mitjana, Macarella, Macarelleta, Son Bou, Cala Turqueta e Son Saura (con sabbia bianca finissima).

Vi consiglio di andare a fare un giro anche a Cala en Porter e di godere di un’aperitivo alla “Cova d’En Xoroi”. Un pò caro come locale ma ne vale davvero la pena.

Molto conosciuto è anche l’artigianato soprattutto per la costruzione di scarpe, le avarcas.

Tra le città da visitare troviamo il capoluogo, Mahón (in catalano Maó), che ospita la baia del porto seconda per lunghezza a Pearl Harbour nelle Hawaii.

DOVE MANGIARE A MAHON:

– Mo: si trova in centro all’inizio della via principale a questa posizione e dovete assolutamente provare la prima tapas della lista, che a detta dei gestori ha vinto anche un premio come miglior tapas. E’ quella che vedete nella foto. Si tratta di una sorta di polpetta fatta con pasta della pizza con all’interno del salame piccante il tutto fritto e cosparso di miele. Solo a parlarne mi viene l’acquolina. Non potete capire la bontà di questa specialità, vi giuro che a volte me la sogno di notte. Santa Rita
Altri villaggi che meritano una visita sono Sant Lluis con l’antico villaggio di pescatori di Binibeca Es Castell con il tipico porticciolo da vedere le sere d’estate.

Una vacanza all’insegna del relax, acque cristalline e natura incontaminata.

Un paradiso che consiglierei a chiunque. Vi lascio alcune foto.

Minorca – Cala Mitjana

A post shared by Marianna Lagani (@mariannalagani) on

cala binibequer

Cala Binibequer

Minorca

A post shared by Marianna Lagani (@mariannalagani) on

Cala Binibeca

Cala Binibeca

Son Bou

Son Bou

Playa de cavalleria – Minorca

A post shared by Marianna Lagani (@mariannalagani) on

Cala Macarelleta

Cala Macarelleta

cala mesquida

Cala Mesquida

Ciutadella

Ciutadella

Percorso per arrivare alle spiagge di minorca

Percorso per arrivare alle spiagge

cala blanca

Cala Blanca

SDC13933 SDC13940 SDC13941 SDC14086 SDC14100

© Riproduzione riservata

Seguimi su Facebook | Twitter | Instagram | Google Plus |


Recommended Posts

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *